Criteri di riconoscimento scuole

I – CRITERI DI RICONOSCIMENTO DELLE SCUOLE O ISTITUTI DI FORMAZIONE

 

Le scuole che intendono chiedere il riconoscimento presso la S.I.Co., devono far pervenire al C.d.A. la domanda di Iscrizione (Mod. S/20) allegando:

1 – Copia dello Statuto e Atto Costitutivo;
2 – codice fiscale e partita IVA;
3Informativa sulla Privacy (stampabile anche dal sito – area modulistica)
4Modello S-01/20 – Struttura per la verifica programmi di studio (stampabile anche dal sito – area modulistica);
5 – Curriculum Vitae Direttore/Docenti.
6 – Stampati e depliant usati per la divulgazione tra il pubblico;
7 – Titoli delle pubblicazioni scientifiche prodotte. (Se possibile inviare una copia per la costituzione di una Biblioteca nazionale a disposizione dei Soci).
8 – Copia del pagamento quota associativa.

Le scuole/istituti di formazione devono essere iscritte o come ditta individuale o come società o come associazione, con regolare partita IVA o Codice Fiscale.

La scuola/istituto di formazione deve, qualora non lo abbia già fatto, pubblicare l’elenco aggiornato dei docenti addetti alla formazione, con impegno, nei confronti della S.I.Co., di comunicazione e aggiornamento entro trenta giorni di eventuali variazioni temporanee e/o definitive.

Le scuole/istituti di formazione che intendono chiedere il riconoscimento presso la S.I.Co. devono adeguare il loro iter formativo ai seguenti criteri minimi per la garanzia di una adeguata preparazione professionale degli allievi.

La scuola/istituto di formazione deve presentare il programma di studi generale  e uno dettagliato per ogni anno: materie, ore per ogni materia, docenti delle varie materie. Modello S-01/20

Il corso deve essere strutturato su tre anni con un monte ore minimo ripartito nel seguente modo:
Le ore di lezione si intendono di 60 minuti.
Le 375 ore di aula si intendono di teoria interattiva.
Eventuali esercitazioni vanno conteggiate a parte.
La frequenza è obbligatoria.
Le assenze debbono essere recuperate, oppure occorre aumentare le ore totali della scuola in modo tale che ogni allievo effettui il minimo delle ore obbligatorie comprese le assenze.
Esempio: se non si intende far recuperare le assenze, accettando il 20% di assenze, le ore minime di formazione dovranno essere 375 da 60’

Fermo restando l’orientamento teorico della singola scuola/istituto di formazione, è opportuno siano trattati tra gli argomenti di formazione in counseling, sia concetti sistemici che allarghino la visione dell’intervento di counseling, sia concetti rogersiani per migliorare l’ascolto del cliente.

La S.I.Co. per definire l’intervento di counseling, fa riferimento ai contenuti del testo di Rollo May “L’arte del counseling” Ed. Astrolabio ed ai criteri formativi internazionali.

9 – Fondamenti di etica e deontologia professionale.

10-  Il percorso di sviluppo personale dovrà essere scelto dalla scuola/istituto di formazione tra:
a – percorso personale individuale minimo 50 ore da 50′ deve essere effettuato con uno psicoterapeuta iscritto  al suo albo professionale;
b – percorso personale di gruppo. (min. 100 ore da 50′ e può essere effettuato con  con un   Supervisor iscritto al registro Italiano di Counselor S.I.Co..
c – Percorso personale misto (minimo 25 ore da 50′ individuale) più un percorso di gruppo da 50 ore da 50′.
Il percorso personale individuale o di gruppo , può essere effettuato sia con terapeuti interni alla scuola, o con terapeuti esterni purchè iscitti al relativo albo o registro professionale.
Inoltre le scuole sono tenute a proporre:
– aggiornamenti professionali
– supervisioni
– corsi di specializzazione
– corsi di formazione
– corsi di supervisioni.

11 Supervisione didattica. (min. 70 ore)

La supervisione didattica deve essere effettuata all’interno della scuola/istituto di formazione, deve essere di minimo 70 ore ed essere condotta da un  Supervisor Conuselor  iscritto al Registro Italiano Counselor S.I.Co..

.12 Tirocinio:

La scuola/istituto di formazione dovrà prevedere un minimo di 150 ore da 60′ presso strutture pubbliche o private sul territorio nazionale supervisionati da Supervisor Counselor.
Alle suddette andranno aggiunte in modo adeguato le materie specifiche per il proprio settore di intervento di counseling a completamento della quantità di ore di formazione minime per i vari tipi di specializzazione. 

Per le scuole/istituti di formazione ad indirizzo “Naturopatico” vedesi Specifiche di riferimento per Scuole di Counseling in Naturopatia