AGGIORNAMENTO e DESCRIZIONE LABORATORI I satelliti di S.I.Co.

Milena Screm

Counselor Supervisor Trainer, Presidente scuola INSIGHT – Milano

 Lunedì:  8 e 15 febbraio 2021 Dalle ore 18.30 alle ore 20.30

“Il Cuore parla, la Mente ascolta”

OBIETTIVO: Favorire consapevolezza dell’Intelligenza del Cuore e allenare alla “congruenza mente-cuore”, in una visione che integra Psicologia Umanistica e Neuroscienze.

PROGRAMMA:

– Il valore dell’Ascolto di sé

– Il corpo, territorio del sentire

– Intelligenza Emotiva: cenni

– Neuroscienze: cenni

– Tecniche per la “congruenza mente-cuore”

– L’Intelligenza del cuore

– Le quattro “stanze” del cuore

– Come integrare queste nuove competenze nella vita privata e nella professione di Counselor

******************************

 

Maria Tedde Marras

Presidente Scuola Alta Formazione COUNSELING – Supervisor Trainer Counselor

06 febbraio 2021 – 17,00-20,00 – Il COUNSELING: UN INVESTIMENTO SOCIALE e VALORE AGGIUNTO ALLA VITA 

Il Counseling orientato in senso evolutivo ed integrativo  è naturalmente  chiamato  a  svolgere un ruolo sempre più pregnante, oggi ed in futuro. Nuove istanze sociali richiedono di riscoprire e valorizzare la forza interiore individuale  ed il superamento di schemi ormai palesemente  disfunzionali. Necessita, dunque, uno sguardo nuovo, non oppositivo o disgiuntivo, per arricchire la vita di ciascuno e per promuovere una società  realmente  “umana”.

06 marzo 2021 – 10,00-13,00 – ESSERE e DIVENIRE

La visione umanistica e transpersonale Conoscersi e Ri–Conoscersi  –  Il mondo interiore

Counseling: benefit per le risorse personali e professionali. La trasformazione verso il rinnovamento e la rinascita continua

22 aprile 2021 – 10,00-13,00  – ARMONIA ovvero LA RIGENERAZIONE INTERIORE  

Azione preventiva e “terapeutica”. Cercare l’armonia, l’equilibrio fisico e  mentale, lo sviluppo  della consapevolezza, per conquistare una sempre migliore qualità di vita.

Mobilitare e potenziare le risorse energetiche psico-fisiche responsabili del benessere e della salute fisica e mentale. Ciascuno può essere lo “scultore” del proprio cervello e della propria vita.

27 maggio 2021 – 17,00-20,00 – COUNSELING e PUBLIC SPEAKING 

La comunicazione con il Cliente e con un gruppo

Le leggi del public-speaking: comunicazione verbale e non-verbale. Piccola guida all’efficacia comunicativa

******************************

 

Virginia Vandini

Presidente Il Valore del Femminile – Supervisor Trainer Counselor

CONOSCI TE STESSO: percorso esperienziale di contatto, scoperta, ascolto del Daimon

19 febbraio 2021 – Le antiche ferite

12 marzo 2021 – Il giudizio

16 aprile 2021 – La pri-vazione

14 maggio  2021 – Il tradimento

11 giugno 2021 – La possibilità di essere finalmente ME

Gli incontri si terranno dalle 17,30 alle 19,30 – È possibile partecipare anche a singoli incontri in quanto ogni appuntamento è fine a se stesso.

Questo laboratorio nasce dall’esperienza pluriennale di Virginia Vandini nei gruppi secondo la prospettiva umanistica immaginale che attinge sia alle tradizioni occidentali con Rogers, Jung e Hillman, sia alle tradizioni orientali con Naropa, Milarepa e Aurobindo.

Ogni incontro, grazie a un diario di bordo che viene condiviso con i partecipanti, propone esercizi dando spazio a diversi strumenti, tra i quali: costellazioni archetipiche e meditazioni.

L’intento è educarsi a entrare in ascolto di quella dimensione sottile che troppo spesso partecipa all’esistenza in modo inconsapevole, portandoci a basare gran parte delle nostre scelte solo con il 50% a disposizione rispetto alla reale natura delle cose.

Attraverso questi incontri si vuole recuperare l’altra metà della mela, quella interiore, dell’anima e imparare a dialogare con il Daimon, ovvero lo Spirito Guida, per arrivare a una comprensione più profonda del progetto di bellezza che si è chiamati a manifestare nel cammino.

Nei 5 incontri proposti andremo in particolare ad affrontare i seguenti temi: le antiche ferite, il giudizio, la pri-vazione, il tradimento, la possibilità di essere finalmente ME.

******************************

 

Ernestina Parente

Pedagogista, Supervisor Trainer Counselor e formatore alle abilità di counseling. Docente di Scienze Umane presso il Liceo”G.Porporato” di Pinerolo, docente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino, Corso di laurea in Dietistica.

Enrico Prenesti

Professore associato di Chimica dell’ambiente e dei beni culturali presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino. Tiene regolarmente insegnamenti accademici di Chimica dell’ambiente, di Chimica dei beni culturali e di Chimica degli alimenti.

Gli abiti della crisi – Esserci ed evolvere: counseling, neuroscienze e scienze sociali al servizio della relazione

 

27 febbraio 2021 – 14,00-17,00 PRIMO INCONTRO: “Lo stress: eustress e distress, ormoni e risposte immunitarie”

27 marzo 2021 – 14,00-17,00 SECONDO INCONTRO: “La crisi indotta dalla rottura di schema. Emozioni e salute” 

17 aprile 2021 – 14,00-17,00 TERZO INCONTRO: “Caratteristiche e funzioni delle domande” 

08 maggio 2021 – 14,00-17,00 QUARTO INCONTRO: “La prestazione: stimolo al miglioramento o condizione di sfinimento?”

05 giugno 2021 – 14,00-17,00QUINTO INCONTRO: “Il rispetto: tolleranza o accettazione?”   

La proposta formativa è finalizzata a sviluppare abilità di counseling traendo spunto dall’attuale situazione di emergenza sanitaria che permette di riflettere sulle crisi che irrompono nella società interrompendo l’usuale scorrimento della vita e introducendovi elementi di rottura degli schemi routinari che possono ingenerare stati d’animo disfunzionali alla stabilità interiore e salute. Dall’instabilità indotta dalle incertezze sociali si può affinare la tendenza autoriflessiva, così da identificare le proprie aree di debolezza e avviare un percorso di autosviluppo per il potenziamento della resilienza e il consolidamento dell’amor proprio e dell’autostima.

L’idea è quella di rivolgersi al corsista come persona e come professionista, con le proprie fragilità, le proprie qualità e i propri bisogni di acquisire nuovi strumenti conoscitivi per sviluppare autoconsapevolezza e resilienza. La formazione del professionista ha lo scopo di accrescere conoscenza e consapevolezza dei processi in cui è inserito e di sviluppare la competenza necessaria per stabilire e realizzare relazioni proficue.

Il ciclo laboratoriale è stato pensato con l’obiettivo di sviluppare elementi del counseling in relazione al contesto sociale contemporaneo e tenendo conto delle conoscenze della neurofisiologia. Un’attenzione particolare all’attuale momento pandemico in cui la rete web e la tecnologia hanno acquisito un ruolo importantissimo nella quotidianità lavorativa e privata delle persone. Quali possibilità ci sono per agire una relazione autentica nella dimensione virtuale?

Le tematiche trattate potranno avvalersi di spunti derivanti da filosofi, sociologi, scienziati e attingere a risorse filmografiche.

PRIMO INCONTRO: “Lo stress: eustress e distress, ormoni e risposte immunitarie”.  27 febbraio 2021 – 14,00-17,00

Percorso di counseling: la scelta del professionista; il luogo per esprimere il proprio disagio.

L’uomo, come la cellula che lo costituisce, continuamento a confronto con momenti di equilibrio e squilibrio; l’omeostasi e le sue caratteristiche.

Analisi neurobiologica e neurochimica della risposta di stress. Stati d’animo, struttura neuropsichica, risposta neuroendocrina e immunitaria. Immunità: cellule e molecole immunocompetenti. Aspetti socioculturali dello stress.

SECONDO INCONTRO: “La crisi indotta dalla rottura di schema. Emozioni e salute”. 27 marzo 2021 – 14,00-17,00 

Percorso di counseling: accoglienza, creazione di contesto, il contratto e gli obiettivi possibili

Crisi come rottura di schema che induce una risposta fisiologica di stress. La routine è contemporaneamente fonte di comodità e di noia; essa permette di accomodarsi nella propria zona di comfort nella quale si sta sicuri senza, però, apprendere ed evolvere. Del resto, ognuno è sensibile al richiamo delle novità, al gusto dell’esplorazione e quello del rinnovamento è un bisogno dell’essere umano, giacché ogni cellula dell’organismo è soggetta a un turnover caratteristico che consente la rigenerazione di cellule, tessuti e organi. La routine rassicura e stabilizza, ma non rasserena, poiché il richiamo alla trasformazione comunque preme. Avventurarsi nelle acque inquiete delle novità è peraltro rischioso e cedere al canto delle sirene può comportare perdersi. Saper autogestire le emozioni è quindi vitale, perché impedire al proprio pendolo emozionale di oscillare (e provare emozioni tanto positive quanto negative) comporta sclerotizzarsi e soffocare istanze vitali.

Un’analisi dei vari correlati organici alle condizioni esaminate sarà svolta, ove possibile, per sostanziare con assunti di neuroscienze gli aspetti trattati. Neurochimica delle emozioni e funzioni neurofisiologiche e sociobiologiche delle emozioni.

TERZO INCONTRO: “Caratteristiche e funzioni delle domande”.  17 aprile 2021 – 14,00-17,00

Percorso di counseling: agevolare lo sviluppo di consapevolezza durante il percorso di counseling.

Le domande come strumento chiave di autoriflessione e del colloquio di counseling. Le domande attivano e dirigono il pensiero e sono, per loro natura, entità invasive caratterizzate da dal fatto di esprimere un’intenzione e indicare una direzione. A livello comunicativo, le domande sono strumenti di disambiguazione, modi semplici ed efficaci per prevenire le conseguenze dei fraintendimenti dovuti all’inevitabile interpretazione a cui chiunque è soggetto. Riflettere sulle varie tipologie di domande aiuta ad affinare strumenti di conversazione con se stessi (il dialogo interiore) e con gli altri.

QUARTO INCONTRO: “La prestazione: stimolo al miglioramento o condizione di sfinimento?”. 08 maggio 2021 – 14,00-17,00

Percorso di counseling: attivazione del cambiamento.

L’impegno su ogni richiesta che si configura come prestativa è intrinsecamente sorgente di stress. Si può, però, scegliere di porsi in un atteggiamento che favorisce lo stress attivante (mediato dall’adrenalina) o lo stress logorante (mediato dal cortisolo). La disponibilità all’apprendimento per il cambiamento è sempre un eccellente strumento di viaggio per configurare la disponibilità a attivarsi mettendosi in gioco per evolvere. È diverso, poi, essere impegnati da essere indaffarati: cambiano lo stato d’animo, il focus mentale e la gestione del tempo. L’impegno, in ogni caso, frutta nel momento in cui è animato da una motivazione intrinseca all’agire.

QUINTO INCONTRO: “Il rispetto: tolleranza o accettazione?”.   05 giugno 2021 – 14,00-17,00

Percorso di counseling: gli interventi per fronteggiare la resistenza e facilitare il cambiamento.

La resistenza al cambiamento: quanto si spende in termini di rinunce esistenziali viaggiando in opposizione agli stimoli di cambiamento che la vita pone? Si può pensare di andare avanti viaggiando con il freno a mano sempre tirato?

Analisi delle cinque cose da non dire per evitare di creare barriera comunicativa e trasmettere all’interlocutore segnali di rifiuto.